inps[alert-announce]BLOCCATO AUMENTO INPS[/alert-announce]Riprendiamo da ACTA una notizia che interessa tutte le autonome dei Nidi in Famiglia:

Bloccato aumento INPS Gestione Separata! “Stop per il 2015 all’aumento dell’aliquota contributiva per gli autonomi iscritti alla gestione separata Inps, introdotto con la legge di Stabilità. E’ uno degli emendamenti, riformulato e sottoscritto da tutto il Pd. La richiesta di bloccare l’aumento era arrivata da tutte le forze politiche. La misura costa 120 milioni l’anno per il triennio 2015-2017, anche se l’aliquota salirà al 28% nel 2016 e al 29% nel 2017.”

Ninfa aveva dato appoggio ad ACTA e contattato direttamente tramite il direttivo alcuni parlamentari per sollevare la criticità dell’aumento dell’aliquota Inps. 

Riportiamo una parte dell’articolo di ACTA per coinvolgere tutti i nostri associati in questa prima vittoria per le Libere Professioni.

[alert-note]Articolo di ACTA[/alert-note]

È stata dura, ma alla fine il Governo ha dovuto fare marcia indietro. Nel decreto mille proroghe questa mattina alle 5 è passato un emendamento che per i professionisti iscritti alla gestione separata riporta la contribuzione INPS al 27,72%. Lo hanno annunciato via Twitter Chiara Gribaudo e Antonio Misiani, due parlamentari che si sono impegnati per questo.

La nostra azione è stata fondamentale per imporre un cambio di direzione. Il Governo Renzi, a differenza dei due governi precedenti, non era intervenuto per impedire l’aumento della contribuzione. La disponibilità nei nostri confronti era una disponibilità a costo zero. Ma grazie alle nostre iniziative sui media e sui social media siamo riusciti a portare le nostre questioni al centro dell’attenzione politica. E si è attivata la ricerca di fondi che ha portato all’approvazione del blocco, nonostante le forti resistenze del Ministero dell’Economia.

[link_page name=”unique-name”]http://www.actainrete.it/2015/02/renzi-annulla-il-primo-autogol-bloccato-aumento-inps-gs/[/link_page]